NEWS

VORTEX. PRIMO BILANCIO 2016

Conclusi i Campionati Europei CIK-FIA di tutte le categorie internazionali è possibile tracciare un bilancio della prima fase della stagione. L'ultima gara corsa sulla pista belga di Genk ha consegnato a Vortex e al suo partner Tony Kart Racing Team il titolo europeo della categoria più prestigiosa, la KZ. Ad imporsi è stato Marco Ardigò che ha portato il Vortex RKZ al secondo titolo continentale consecutivo.


10-08-2016

Il campionato Europeo conquistato con il Tony Kart Racing Team non è stato l'unico alloro continentale Vortex, infatti anche li nostro modello DDJ, ha trionfato con Finlay Kenneally del Ricky Flynn Motorsport nella categoria OKJ.

Attualmente i due prestigiosi titoli CIK-FIA sono gli ultimi ad essere entrati nella nostra bacheca ma non sono stati i soli. La stagione era già iniziata con un formidabile trionfo nella gara internazionale Winter Cup e si è sviluppata con successi a ripetizione nei differenti trofei WSK. Senza trascurare le molteplici vittorie arrivate nel prestigioso campionato Tedesco DKM.

I nostri nuovi motori DDS e DDJ ci hanno dato la soddisfazione di aver primeggiato sin dal debutto. Così entrambi i modelli hanno confermato le impressioni che tutto lo staff Vortex aveva durante il lavoro di progetto e, poi, alla vigilia della stagione.

Nella prima gara dell'anno, la WSK Champions, Logan Sargeant (FA Kart-Vortex. Ricky Flynn Motorsport) ha preceduto Karol Basz (Kosmic Kart Racing Department) nella categoria OK, consegnandoci una magnifica doppietta al debutto.
E' stata poi la volta della vittoria in KZ2, OK e OKJ alla Winter Cup, tripla affermazione ottenuta grazie a Marco Ardigò, Nicklas Nielsen e Finlay Kenneally. In KZ2 Ardigò fu seguito dall'altro RKZ guidato da Luca Corberi (Tony Kart Racing Team) e nelle altre due categorie prive di cambio, OK e OKJ, il podio fu monopolizzato totalmente da Vortex.
Prima del debutto nei diversi Campionati Europei i nostri motori hanno mietuto successi nella WSK Super Master Series, dominata in tutte e tre le categorie internazionali, KZ, OK e OKJ. 
Marco Ardigò si è imposto ben tre volte su quattro gare della KZ.
In OK Lorenzo Travisanutto (Tony Kart-Vortex. Ward Racing) ha vinto il titolo Super Master con un successo, in un trofeo in cui nelle altre tre prove si sono sempre imposti motori DDS, guidati da piloti diversi, appartenenti a squadre diverse. I piloti ad imporsi sono stati Basz, Nielsen e Sargeant.

Anche nella OKJ ai primi due posti della classifica troviamo motori Vortex. Il vincitore è stato Sami Taoufik (FA Kart-Vortex. Ricky Flynn Motorsport) davanti a Noah Watt (Tony Kart-Vortex. Baby Race srl), entrambi questi piloti hanno vinto una gara a testa e un altro successo è andato al Vortex DDJ guidato da Ivan Shvetsov (Tony Kart-Vortex. Ward Racing).
Gli attesissimi appuntamenti del Campionato Europeo non hanno deluso le aspettative dello staff Vortex e tutti i motori prodotti a Pavia hanno brillato per performance ed affidabilità.
Il già citato titolo Europeo dell'RVZ con Marco Ardigò è stato conquistato con due vittorie ed un terzo posto, su tre gare. Un percorso non comune che testimonia la sintonia tra motore, telaio e pilota. La soddisfazione del successo Europeo in KZ è amplificata dalla presenza nella piazza d'onore di un altro nostro motore. Secondo ha infatti concluso Patrik Hajek (Kosmic Kart Racing Department). Finlay Kenneally ha messo le mani sull'Europeo di OKJ senza vincere ma correndo con una impeccabile costanza di rendimento. Nella classe cadetta ci hanno pensato David Vidales e Noha Watt a far salire i Vortex sul gradino più alto del podio nel corso di eventi singoli, in Spagna e Italia.
Pur non essendo arrivato il titolo continentale nelle categorie OK e KZ2, il bilancio Vortex per le performance mostrate dai nostri motori è più che soddisfacente.
In OK abbiamo vinto con Basz a Zuera e lottato sino all'ultimo round per il titolo e, sempre in OK, abbiamo vinto il round conclusivo con Clément Novalk (Tony Kart Racing Team).
Nella categoria con il cambio, KZ2, è stato Luca Corberi (Tony Kart Racing Team) ha correre al vertice, vincendo la prova inaugurale del campionato, in Francia. I Vortex RKZ hanno brillato anche nel round conclusivo di Genk, salendo sul podio con John Norris (Tony Kart-Vortex. KSM Schumacher Racing Team) e Paolo Besancez (Tony Kart-Vortex. Team Goudant).
E' ancora in pieno svolgimento il DKM, campionato in cui abbiamo raccolto, dopo tre prove (con doppia gara) disputate ben cinque vittorie in tute le categorie. I successi sono andati a Milesi (Tony Kart Racing Team) in OKJ, il quale è anche leader della classifica provvisoria.
In KZ2 Marco Ardigò ha vinto due gare e in OK hanno vinto Karol Basz e Jean Baptiste Simmenauer (Tony Kart Racing Team), entrambi in corsa per il titolo.

Dell'intenso azzurro Vortex non si sono colorate soltanto le competizioni internazionali ma, da questa stagione, anche campionati nazionali e internazionali che hanno scelto la fornitura unica di motori. Questi sono il British National Championship (DDS e DDJ) e il monomarca CIK-FIA Academy Trophy (DDJ). In entrambi i campionati i motori forniti hanno garantito prestazioni e affidabilità lasciando una più che positiva impressione nei piloti e negli addetti ai lavori.